You are here
Home > Verso la 6 Ore - di A. Lattarulo > Meraviglioso …

Meraviglioso …

   

Cari  Amici,

è domenica 15 aprile, la primavera ha abbandonato le nostre giornate, ma la “benevola” pioggia le accompagna e le  scandisce. All’inizio dell’allenamento pioggia e vento, avevo la sensazione di essere in autunno inoltrato. Ma allungando l’udito mi accorgevo che era primavera: gli uccellini, nonostante la pioggia, il vento e la temperatura bassa ( 7° C alle 11) canticchiavano felici. Le sensazioni sono buone, certo alcuni dolori non accennano a passare, anzi se ne aggiunto uno, ma non importa quando si è sereni nell’anima e nel cuore si sopporta tutto. Il passo è bello, rotondo, spedito e sicuro, i pensieri che si annidano sono tanti, lo sforzo psicologico per superare il passare delle ore è decisamente l’ostacolo maggiore. Corro e penso a come fare per far scorrere il tempo, forse ritornando in gara dopo le 20 anni, con le persone ai lati delle strade, con la mia dolce e inseparabile moglie, con Valerio (il mio più grande amico da oltre 30 anni) e sua moglie che mi accompagneranno in questa avventura il percorso sarà “più semplice” di quanto penso. Forse!

Siamo a 20 giorni dalla partenza, mancano 5 uscite alla gara, dopo oltre 800 km percorsi a prepararmi quasi ci siamo è ora che i duri inizino a giocare. Io ci sono!!! 

Potrei raccontarvi dell’allenamento, dirvi che ho corso 2 ore e 28 minuti di cui la metà in salita, preferisco cercare di comunicarvi la mia felicità per quello che sto facendo, la mia soddisfazione, il mio ringraziamento a chi mi ha permesso di esserci, preferisco pensare al cinque maggio, alle sei ore che correremo insieme, sarà un’esperienza indimenticabile. Sarà come tornare indietro nel tempo, quando a 16 anni ho partecipato alla 100 km Torino-Sanvincent, quando con un gruppo di amici abbiamo camminato per oltre 60 km in mezzo ai boschi percorrendo “La Via del Sale” da Manera a Sale Langhe oppure quando abbiamo pedalato con la mountain bike per oltre 12o km e siamo andati da Alba a Bergegi, sempre nei boschi. Questo spirito dell’impresa da compiere, questo senso di libertà che mi dona correre è ciò che mi anima.

Un Abbraccio Antonio.

———————————————————————————————————————————————————————————————-

Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare eh!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
Meraviglioso
il bene di una donna
che ama solo te
meraviglioso
La luce di un mattino
l’abbraccio di un amico
il viso di un bambino
meraviglioso …

Top