You are here
Home > Verso la 6 Ore - di A. Lattarulo > La colazione cambia … è tutta un'altra musica!!!

La colazione cambia … è tutta un'altra musica!!!

 sport-dieta

 Carissimi Sportivi e non, 

oggi cercherò di trattare con semplicità un argomento che mi sta molto a “cuore”: l’alimentazione!!!

Per molto tempo, ho pensato che un po’ di veleno ogni tanto non facesse male. Per esempio, sapevate che, per alcune fritture in sostituzione dell’olio utilizzano l’olestra.  Di cosa si tratta: Olestra è un poliestere del saccarosio, è un prodotto sintetico non presente in natura: gli enzimi intestinali umani e di altri animali non sono in grado di abbattere tale molecola, che viene quindi espulsa da corpo, senza essere metabolizzata. Tale molecola è di interesse poiché il suo sapore è simile a quello dei grassi, per via delle catene lipidiche che circondano la molecola, mentre il suo contenuto calorico è nullo, non essendo assimilato dal corpo. Recenti studi hanno dimostrato che l’assunzione di questi oli provoca spiacevoli effetti collaterali come un eccessivo aumento della mobilità intestinale, feci oleose (steatorrea), crampi, dolori addominali, ridotto assorbimento delle vitamine liposolubili (A; D; E; K e beta-carotene) e ridotto assorbimento dei farmaci liposolubili. Inoltre il suo utilizzo si sta rivelando promettente nel campo della produzione di vernici e lubrificanti a basso impatto ambientale.) 

Cosi dopo la lettura, prima da parte di mia moglie e poi mia, di alcuni libri sull’alimentazione e la naturopatia Grazia, mia moglie, segue alcuni corsi e io pian piano mi sono ricreduto ed ho iniziato la mia lenta conversione!!!

 Oggi, mi alimento normalmente, con una particolare cura alla qualità, a cosa mangio, quando lo mangio e perché lo mangio. Penserete che sia un costo elevato … sbagliato, provate ad andare dai contadini per la frutta e la verdura, da chi produce e non da chi vende dopo un lunghissimo passaggio di mano in mano e vi accorgerete che avere la qualità non è un costo ma un beneficio. È una scelta di vita, una vita più salutare e più vicina alla natura. Anche per chi vive in città, grazie ai GAS o GAP (Gruppi di acquisto Solidale o Gruppi di acquisto Popolare) è possibile ottenere qualità ad un prezzo corretto. 

Ecco la mia alimentazione mattutina:

Appena sveglio spremo un limone e aggiungo un po’ di acqua fredda, e giù una bella bevuta. Dopodiché mi sciacquo la bocca (gengive e denti) con un po’ di acqua. Perché?  Perchè il limone attiva il “Ciclo di Krebs”. L’attivazione di tale ciclo favorisce una produzione più rapida di energia. È un depurativo: assumerlo al mattino, a digiuno, aiuta a drenare i liquidi, a eliminare le tossine, a disinfettare stomaco e intestino e a regolare il transito intestinale. Inoltre il ciclo di Krebs è un processo biochimico fondamentale che trasforma gli acidi in energia, anche e soprattutto l’acido lattico, che se non trasformato va a depositarsi nei muscoli tra cellula e cellula, riducendo gradatamente la disponibilità del muscolo e creando fastidio fino ad arrivare al dolore. 

la mia Colazione è cosi composta: un cucchiaio di Fiocchi di cereali biologici composti da avena bio 20%, frumento Bio 20%, orzo Bio 20%, segale Bio 20%, riso Bio 205 + 3 nocciole Piemonte + 2 noci Bio + 3 mandorle + un cucchiaino di semi di lino, + un cucchiaino di polline + un cucchiaino di olio di semi di canapa + 1 banana schiacciata + due cucchiai di yoghurt naturale + un cucchiaino abbondante di miele all’acacia. Metto in una tazza i fiocchi e il polline, da parte faccio frullare le nocciole, le noci, i semi di lino e le mandorle, da parte schiaccio la banana. Metto il tutto in una tazza e ci aggiungo il cucchiaino di olio vergine di semi di  canapa, lo yoghurt fatto in casa e per ultimo il miele. Mischio il tutto è me lo gusto con gran piacere.

Perché l’olio vergine di semi di canapa: è un Olio biologico ottenuto con spremitura a freddo, da varietà di seme a norma di legge. Come l’olio di pesce, l’olio di semi di canapa contiene naturalmente omega 6 e omega 3 nel rapporto ottimale di 3:1, raccomandato dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è facilmente assimilabile dall’organismo umano, la sua assunzione non ha controindicazioni. Dettagli:  l’olio di semi di canapa viene estratto a freddo per semplice pressione, ha un sapore nocciolato. L’impiego di questo olio si sta diffondendo sia come integratore alimentare che ad uso terapeutico per patologie tra cui: tutte le malattie dell’apparato respiratorio ( asma, rinite, faringite, tracheite, otite,allergie respiratorie), artrosi, malattia fibrocistica del seno,  eczema atopico, herpes, dermatiti, malattie degenerative del sistema immunitario, artrite reumatoide, sindrome premestruale, neuropatia diabetica. E’ usato anche nel trattamento  dei sintomi della chemioterapia, nella terapia anti-aids e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. L’assunzione di olio di semi di canapa infatti riduce i livelli ematici di colesterolo non HDL e i livelli ematici dei trigliceridi, diminuisce il grado di aggregazione piastrinica, è cardioprotettiva dopo un danno al miocardio.

Perché Fiocchi di cereali biologici: sono una preziosa fonte di fibra e micronutrienti, come antiossidanti, vitamine, minerali. Sono inoltre una buona fonte di acidi grassi polinsaturi. Svolgono importanti funzioni: migliorano le difese immunitarie, riducono i processi infiammatori, contribuiscono a proteggere le cellule dai radicali liberi e altro. La fibra assunta mangiando cereali integrali, meglio se in chicco, oltre a favorire il buon funzionamento intestinale, necessario per evitare stati di intossicazione dell’organismo, svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e del tumore del colon. Inoltre, la parte solubile della fibra è un ottimo nutrimento per la flora batterica intestinale.

Perché la banana: contiene una discreta quantità di carboidrati, è ricca di fibre, vitamina C e potassio. Da sottolineare che non contiene grassi, colesterolo e sodio che sappiamo risultano essere sostanze nocive per il nostro organismo. Altre vitamine che troviamo nella banana sono la vitamina A, B1, B2, PP e oltre al potassio contiene calcio, fosforo e ferro. Molto importante la presenza di potassio, indispensabile per il funzionamento del sistema cardiovascolare, a cui apporta parecchi benefici. Studi condotti in Irlanda, i cui risultati sono pubblicati sull’ International Journal of Cancer, dimostrano che il regolare consumo di banane sia positivamente relazionato con una riduzione dell’incidenza del tumore renale. Questo grazie all’elevato contenuto di potassio. Una banana al giorno, o quasi, per allontanare il rischio di cancro al rene. La banana contiene alti quantitativi di elementi antiossidanti e tra l’altro, aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, regolare le funzioni cardiache e provvedere alla salute delle ossa e della vista.

Perché semi di lino: le principali sostanze contenute nei semi di lino sono rappresentate dagli acidi grassi omega 3, presenti in percentuali importanti, sali minerali, proteine, lipidi, acido linoleico, fibre e lignani che hanno importanti proprietà antiossidanti. Gli omega 3, conosciuti come grassi “buoni”, hanno effetti salutari sul cuore ed un cucchiaio di semi di lino ne contiene circa 1,7 grammi. L’aspetto più importante, legato alle proprietà dei semi di lino riguarda il risultato di alcune ricerche condotte negli Stati Uniti che parrebbe dimostrare come il consumo dei semi di lino possa ridurre il rischio di sviluppare alcuni tipi di tumore: seno, prostata, e colon le parti interessate. Negli studi condotti su animali risulterebbe che gli acidi grassi omega 3 sarebbero in grado di inibire la formazione dei cellule tumorali negli organi appena citati. Allo stesso modo, i lignani, sarebbero in grado di interferire con la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. I semi di lino vengono utilizzati anche per la cura di altre patologie come: infiammazioni, ascessi ed emorroidi. Non solo. Proteggono l’apparato cardiovascolare, infatti, stabilizzando il battito cardiaco riescono a ridurre il rischio di infarto. In ultimo, i semi di lino, sono utili anche in gravidanza, in quanto contribuiscono alla formazione della corteccia celebrale.

Perché il polline: L’apporto vitaminico del polline è importante: troviamo infatti la vitamina B1, B2, B3, B4, B5, B6 e una significativa presenza di vitamina C. Sono presenti diversi minerali come ferro, fosforo, calcio, potassio, magnesio, iridio ed altri. Vista la complessa composizione possiamo affermare che il polline deve essere considerato un concentrato energetico eccezionale e quindi un ottimo integratore alimentare; nel polline troviamo infatti 21 dei 23 aminoacidi noti indispensabili al nostro organismo. Perché gli aminoacidi sono così importanti? Servono nella costruzione delle proteine e considerato che il nostro organismo non può fabbricarli, deve assumerli con l’alimentazione. Azione ricostituente: anche coloro che sono in buona salute ma vogliono integrare la loro alimentazione con il polline noteranno un aumento del dinamismo e della forma fisica in generale; questo lo rende adatto anche per chi pratica sport

Perché la mandorla: sono un alimento molto ricco di proteine, digeribile e molto energetico; nella sua composizione troviamo vitamine del gruppo B, vitamina E, grassi insaturi, magnesio, ferro, potassio, rame e fosforo. Nelle mandorle è presente anche una piccola quantità di laetrile, considerata una sostanza antitumorale.  Il 55% per cento della mandorla è costituito da grassi, il 20% da zuccheri, e il restante 25% da proteine. Alle mandorle, oltre alle proprietà altamente energetiche, vengono attribuite proprietà lassative; fin dai tempi più antichi il latte di mandorle era considerato un ottimo rimedio rinfrescante dell’intestino e della vescica. Le mandorle sono indicate in caso di denutrizione, oltre che  altamente nutritivo sono anche un alimento molto equilibrato, e il loro utilizzo viene consigliato in determinati momenti in cui l’organismo ha particolarmente bisogno di energia: gravidanze, convalescenze, attività sportiva, superlavoro fisico ed intellettuale. Molto importante il ruolo della vitamina E che svolge un’azione determinante nell’attenuazione del rischio di attacchi cardiaci; insieme ai grassi insaturi contribuisce a ridurre la crescita della placca aterosclerotica nelle arterie. Le mandorle possono quindi essere considerate un alimento completo, meno grasse delle noci, ma in possesso di maggiori proprietà stimolanti e curative.

Perché le nocciole: è una pianta molto antica tanto che Greci e Romani ne apprezzavano già le proprietà terapeutiche; infatti la composizione chimica dell’olio ricavato dalle nocciole è molto simile a quella dell’olio extravergine di oliva. Le nocciole sono composte per il 5,3% da acqua, 15% da proteine, 9,75% da fibre, grassi, carboidrati, ceneri, zuccheri (4%) e amido (0,5%); i minerali presenti sono: calcio, fosforo, potassio, manganese, rame, selenio, zinco, ferro e magnesio. Tra le vitamine citiamo vitamina B1, B2, B3, B5, B6, vitamina E, K e J ed in ultimo la vitamina C. Questa la lista dei principali aminoacidi: acido aspartico e glutammico, arginina, glicina, leucina, prolina, serina, treonina e valina. Le nocciole sono caratterizzate da una buona digeribilità e da un buon contenuto di vitamina E, un antiossidante naturale in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare e di contrastare l’azione dei radicali liberi. Le nocciole sono un alimento molto energetico ad effetto rimineralizzante; per questo motivo sono molto indicate in stati di convalescenza, per chi pratica sport o per chi ha sensi di spossatezza, sia fisica che mentale. Un consumo regolare di frutta secca, nocciole in particolare, contribuisce a combattere il colesterolo “cattivo” ed a prevenire problemi cardiovascolari.

Perché le noci: Una delle migliori proprietà delle noci è quella di avere un ottimo contenuto di acidi grassi Omega-3 e nello specifico di acido linoleico (Conjugated Linoleic Acid; acido linoleico coniugato).
Inoltre, le noci, come buona parte della frutta secca, sono una fonte ricca di energia e calorie; a maggior ragione per il fatto che contengono poca acqua e molti grassi. Le noci contengono anche un amminoacido polare chiamato arginina di fondamentale importanza per evitare malattie cardiovascolari; che insieme al fatto che aiutino a contrastare il colesterolo LDL le rendono un grande amico del cuore. Non solo energia, le noci, sono anche molto ricche di proteine (circa il 18% della porzione) e di vitamine, tra le quali la vitamina B1, B2, B6 ed E. Queste vitamine sono molto importanti nella lotta contro l’invecchiamento e le malattie cardiovascolari.

Perché il miele all’acacia: primo perché è il più liquido quindi si amalgama bene, poi perché è un prodotto naturale che non ha bisogno di alcun conservante, ha un elevato potere dolcificante ed energetico, è immediatamente assimilabile perché costituito da zuccheri semplici quali il glucosio e il fruttosio, in percentuali diverse: Secondo le fioriture da cui proviene, è di facile digeribilità e apporta inoltre proteine, vitamine, sali minerali e amminoacidi. (Inoltre non utilizzo più lo zucchero, sostituito con il miele … per il caffè un ottimo miele di ciliegio selvatico!!!)

Grazie a questa colazione non ho più il solito buco di metà mattinata, faccio il pieno di energia con alimenti naturali, bio e privi di controindicazioni!!!

Per il pranzo e la cena: … più avanti!!!

… Se pensate che corro più forte … beh vi sbagliate, penso solo che il fisico mi ringrazi e guardandomi allo specchio sono contento dei miei primi 50 anni!!! 

Sunto allenamenti della settimana:

  • lunedì 07 gennaio 2013: dopo 21 giorni si torna in piscina, 2500 mt di assoluto relax … una bracciata e via un’altra …
  • mercoledì 09 gennaio 2013: si riparte con le ripetute è da novembre che non le faccio!!! Ripetute: 2 x 5’ + 2 x 10’ con recupero di 3’. Totale percorso 15 km. Alla fine, sul tempo totale ballano 3′ in più, ma sono comunque soddisfatto. 
  • venerdì 11 gennaio: è il giorno del passo libero, libero per 15 km, senza pretese, solo quella di divertirmi!!!
  • domenica 13 gennaio: non trovo le parole per descrivere l’allenamento di oggi. Doveva essere un lungo con sali scendi impegnativi, ma per questioni famigliari ho cambiato l’allenamento. Per me la famiglia è la prima cosa. Quindi, primi 7,4 km da solo, poi 7,4 km con mia moglie e dopo via per i restanti km, fino ad arrivare a 34 km in 3 ore e 12 minuti. Fino alle 2 ore, tutto fila liscio, dopo all’improvviso arriva un forte calo energetico, aspetto qualche minuto è inizio a mangiare della frutta secca. Santa frutta secca, energia pronta, buona e disponibile. Km dopo km, fatica dopo fatica, salita dopo salita, pian piano si avvicina casa!!! Arrivo stanco ma soddisfatto, penso proprio di essere sul “sentiero” giusto!!! Dimenticavo, oggi ho portato con me per 21 km una borraccia con i sali minerali. Dal freddo si ghiacciava l’apertura!!!

La prossima settimana, riposo attivo, meno km, nessuna ripetuta. Il fisico ha bisogno delle sue pause, altrimenti si esaurisce … almeno il mio!!! 

Un Abbraccio Antonio – n. 354.

—————————————————————————————————-

Corpo e psiche non vanno separati. Eppure molti medici lo ignorano, ed è proprio per questo che sfuggono loro cosi tante malattie: perché non vedono tutto.

“Platone  Atene428 a.C./427 a.C. – Atene348 a.C./347 a.C.

Plato-raphael

 

 

Lascia un commento

 
Top